venerdì 20 febbraio 2009

L'anarchia della parola



L'informe - avrebbero detto futuristi e i loro discendenti dadaisti e surrealisti- è il linguaggio con cui comunica l'inconscio ed è insieme forma alternativa con cui si esprime il "poeta nascosto" che d'ora in poi sarà il vero protagonista di ogni opera d'arte

«Io sono molto leggero, sì, sì, leg-ge-ro, leggerissimo»

1 commento:

  1. Le parole non possono essere bloccate o fermate in rigide forme

    RispondiElimina